Ebola: la malattia che sta terrorizzando l’Africa.

Ebola

L’ebola è una malattia infettiva causata dal virus della famiglia delle Filoviridae. È una malattia fatale alla quale ancora non esiste una cura. Adesso si conosco cinque ceppi di virus tutti localizzati in Africa tranne un individuato nelle Filippine.

L’ebola è quasi indistinguibile dalla febbre emorragica di Marburg clinicamente. Il periodo d’incubazione è abbastanza lungo in media di dodici giorni. L’infezione si presenta improvvisamente con sintomi aspecifici simili all’influenza come febbre malessere generale e mialgia. Con lo svilupparsi dell’infezione, si presenta rush cutanei, emorragie e anomalie nella coagulazione del sangue, in successione si ha sanguinamento da occhi, orecchie, naso e dalle muscose; si presenta una perdita di peso importante, gonfiore ai genitali e rossore agli occhi.

La trasmissione del virus avviene tramite i fluidi corporei come sudore, saliva, sangue, sperma, vomito, urina, feci e liquidi vaginali. Anche gli aghi o tutti gli oggetti a contatto con i fluidi corporei possono infettare le persone sane. Il virus può essere trasmesso all’uomo tramite gli animali, mangiandone la carne oppure entrando a contatto con i fluidi corporei dello stesso. Le persone infette di solito restano non contagiose fino alla manifestazione dei primi sintomi. Ci si può ammalare anche se si è esposi ai corpi dei defunti senza protezione, come avviene durante le sepolture tradizionali.

I paesi principalmente colpiti sono la Costa d’Avorio, l’Uganda, il Sudan, il Gabon e la Repubblica Democratica del Congo. La diagnosi è molto difficoltosa nei primi giorni giacché i sintomi sono simili ad altri malattie come il tifo e la malaria. Nel caso ci sia il sospetto di essere stati esposti al virus è possibile eseguire un test sul sangue nel quale si ricercano irregolarità ematiche come linfopenia, neutrofilia e piastrinopenia. Purtroppo non è stato ancora creato un vaccino o un trattamento specifico quindi le uniche terapie da fare sono destinate solo ad alleviare i sintomi.