Notizie

Come tagliare l’erba del giardino grande

tagliare-erba-giardino-grande

Mantenere un giardino, per quanto grande, in ordine e pulito non è impossibile. La prima cosa da fare, se si ha un prato abbastanza grande, è quello di utilizzare un tagliaerba. Il tagliaerba vigor è senza dubbio la migliore soluzione per la cura di un prato medio-grande: in alternativa, per stare comodi, è possibile usare anche un trattorino.

Prima di cominciare a tagliare l’erba di un prato è necessario fare un giro di ricognizione e controllare che non ci siano rami, sassi o altri oggetti nel prato: potrebbero finire nelle lame del motorino e potrebbero rovinarlo seriamente, mentre invece i sassi possono diventare piccole schegge impazzite che possono colpire le persone. Quindi in primis bisogna effettuare una pulizia superficiale del prato, eliminando tutti gli oggetti potenzialmente pericolosi.

A questo punto, aziona il trattore dell’erba o il tagliaerba e procedi a tagliare il prato seguendo delle colonne. Il metodo delle colonne, se seguito con precisione, consente di tagliare alla perfezione il prato senza lasciare delle strisce di erba alta. Bisogna solamente camminare dritti e quindi, giunti alla fine del prato, girarsi e passare sulla striscia di prato accanto a quella appena fatta, così da ottenere un risultato omogeneo e di qualità.

Per una questione di salute del prato, sarebbe bene non tagliare mai più di un terzo della lunghezza dei fili d’erba. Se l’erba è particolarmente alta, è consigliabile fare un doppio lavoro: si taglia prima un terzo dell’erba, e poi dopo tre giorni si passa nuovamente con altezza ad un terzo degli steli. In questo modo gli steli non si indeboliscono. Sarebbe comunque meglio tagliare il prato con costanza.

Per fare sì che le righe siano dritte e quindi il prato venga tagliato alla perfezione, la regola è seguire con le ruote del tagliaerba le tracce che si hanno lasciate a terra nel tagliare la colonna precedente, in questo modo si è sicuri di non sbagliare e non lasciare tratti incolti.

Alla fine del lavoro, sarà sufficiente controllare il prato per assicurarsi che non si abbiano lasciato dei punti vuoti, e se si ha dimenticato alcune zone del giardino, è sufficiente ripassarle con il tagliaerba.

Ovviamente il tagliaerba è sufficiente per tagliare il prato che abbia una forma geometrica quadrangolare e simile, ma potrebbe non essere sufficiente comunque per le zone piccole e per i bordi. La soluzione, in questo caso, è quella di tagliare a mano i bordi o le zone rimaste fuori dal raggio d’azione del tagliaerba, oppure utilizzare il decespugliatore per finire il lavoro, cercando di mantenere la stessa altezza dei fili d’erba tagliati.

Infine, alterna la direzione nella quale tagli l’erba per impedire che essa si pieghi in una direzione sola.